Stiamo vivendo un momento particolare, surreale che non avrei mai immaginato. Dovendo stare a casa e non potendo andare in laboratorio durante le serate faccio dei dolci semplici e veloci, anche perchè non ho tutta l’attrezzatura che ho in laboratorio.  

Ecco qua dei biscotti veloce nelle preparazione ma sfiziosi nel gusto, senza uova  con due ingredienti che mi piacciono molto lo sciroppo d’acero e le noci.

Lo sciroppo d’acero è un dolcificante naturale molto amato e utilizzato nel Nord America.

Lo sciroppo d’acero è un liquido dolce che si ricava dalla linfa di due varietà di acero: l’Acer saccharum (acero da zucchero) e Acer saccharum nigrum (acero nero). Esistono infatti differenti varietà di acero coltivate in tutto il mondo ma lo sciroppo si ricava principalmente dalla linfa di alcune specie di acero di origine canadese (diffuso soprattutto in Québec), ecco perché proprio in quelle terre questo prodotto naturale è particolarmente apprezzato e consumato.

La linfa dell’acero si estrae in primavera (marzo-aprile) poi si fa bollire in modo da ricavare lo sciroppo. L’estrazione della linfa sembra non essere un processo che fa soffrire l’albero e più volte vengono utilizzati gli stessi alberi per produrre appunto lo sciroppo in diverse annate.

Lo sciroppo d’acero è ricco di proprietà e sostanze benefiche per il nostro organismo, soprattutto sali minerali come potassio, calcio e ferro ma anche vitamine e acido malico.

Esistono diverse varietà di sciroppo d’acero classificate con “grado” A, B o C che si riconoscono perché il colore del liquido è più o meno chiaro e la consistenza più o meno corposa. Questo dipende soprattutto da quanto è stata bollita la linfa anche se esistono altre variabili. Quindi lo sciroppo d’acero può essere di:

• Grado A: più chiaro e raffinato dal sapore dolce
• Grado B: una via di mezzo tra A e C
• Grado C: più scuro, intenso e corposo

Lo sciroppo d’acero più comune è quello chiaro che è  il più raffinato mentre più difficile da trovare è quello intenso e scuro (sciroppo d’acero di grado C), più corposo e che assomiglia alla melassa con un leggero retrogusto di melassa.

Anche il gusto è diverso: alcune varianti sono più delicate altre più intense. Quello più comune comunque ha un sapore delicato che ricorda un po’ quello del miele d’acacia.

Ma ora la cosa più importante: la ricetta dei biscotti.

 

Ingredienti:

Burro 125 gr

Zucchero 100 gr

Zucchero di canna 2 cucchiaini

Sciroppo d’acero 2 cucchiaini

Farina 00 200 gr

Caffe’ liofilizzato 1 cucchiaino

Noci tritate 60 gr

Sale

Preparazione:

In una planetaria lavorare il burro a dadini a temperatura ambiente, i due tipi di zucchero,  lo sciroppo d’acero fino ad ottenere una crema

Aggiungete la farina, il caffè’ le noci e un pizzico di sale fino a formare una pasta morbida.

Ora con l’impasto formate un disco avvolgete con la pellicola e lasciatela riposare in frigorifero per almeno 1 ora.

Riscaldate il forno a 190 gradi centigradi, stendete la pasta  e scegliete se fare il classici biscotti tondi o come ho fatto io fate delle piccole palline appiattite irregolari.

Stendete i biscotti su una teglia ricoperta con carta forno o tappetino microforato, infornate e fate cuocere per 8-10 minuti.

Una volta cotti fateli raffreddare e …. gustatevi questi buonissimi biscotti

Posted by:Michela

Tre parole per descrivermi: Passione, Pittura e ovviamente Pasticceria. Voglio condividere con voi il mio mondo fatto di colori, sapori, viaggi e tanta dolcezza!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *