Ecco qui la ricetta del Clafoutis, un rinomato dolce di origine francese, della zona di Limousin. Il clafoutis alle ciliegie è una delle versioni più famose di questo dessert, che in genere si realizza con frutta di stagione e si gusta tiepido. Il suo nome deriva dal dialetto, ” clafir ” che significa guarnire, riempire. Secondo la tradizione il clafoutis veniva preparato con ciliege selvatiche intere, dal nocciolo profumatissimo ed era il pasto dei contadini, che lo portavano con sé nelle giornate di lavoro, mentre tagliavano e raccoglievano il fieno. I noccioli davano il pretesto per un gioco alla fine del pasto ogni ospite contava il numero di noccioli nel proprio piatto e chi ne aveva di più era il vincitore!!!

Il clafoutis alle ciliegie è un dolce da forno, semplice da realizzare. A seconda delle stagioni il clafoutis viene realizzato con frutta diversa, dalle ciliegie, e assume il nome di “flognarde”. Che siano pesche, albicocche, lamponi, mele, prugne e uva scegliete in base ai vostri gusti e a quello che la natura offre!

Cottura: 50 min
Tempo: 20 min e il tempo per denocciolare le ciliege
Estate: Ciliege 
 

Ingredienti:

Ciliege nere ben mature 1 kg

Zucchero 150 gr + 1 cucchiaino dopo la cottura

Farina 150 gr

Uova 3 (150 gr)

Latte 40 cl

Burro 75 gr + 1 noce per la teglia

Essenza mandorle 2 o 3 goccie (facoltativo)

Kirsch o Rhum  2 cucchiai (facoltativo)

Vanillina 1 bustina (facoltativo)

Aromattizzate il Clafoutis come preferite in base ai vostri gusti.

 

Preparazione:

Lavare de denocciolare le ciliege. La ricetta originale prevedeva le ciliege con il nocciolo.

In una terrina mettete la farina, aggiungere lo zucchero, le uova una alla volta e mescolate.

Aggiungere il burro fuso a temperatura ambiente ed eventualmente gli aromi, dovreste ottere una pasta liscia e cremosa, tipo la pastella della crêpes.

Imburrate una teglia di alluminio o di porcellana. Depositare le ciliege sul fondo della teglia.

infornare in forno pre riscaldato a 180 gradi  per 45-50 minuti.

Una volta sfornata spovelizzare con un po’ di zucchero e servire tiepida e….

Chicca: Se volete potete aggiungere un album montato a neve ben fermo alla pastella, otterrete un dolce più leggero e arioso.

Bon appe’tit….

 

 

Posted by:Michela

Tre parole per descrivermi: Passione, Pittura e ovviamente Pasticceria. Voglio condividere con voi il mio mondo fatto di colori, sapori, viaggi e tanta dolcezza!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *