È tempo di castagne, perché non fare una torta con la loro farina?

Le castagne sono sazianti, ricche in fibre e minerali, utile in caso di anemia, stanchezza psicofisica, grazie al loro elevato apporto calorico (circa 287 calorie in 100 grammi), e ancora in gravidanza, in virtù del loro apporto di acido folico che previene malformazioni fetali.

Le castagne riducono il colesterolo, riequilibrano la flora batterica.

Tra le vitamine contenute nelle castagne troviamo: vitamina A, B1 (tiamina), B2 (riboflavina), B3 (niacina), B5, B6, B9 (acido folico), B12, C e D. Tra gli aminoacidi presenti nelle castagne ci sono  l’acido aspartico, l’acido glutammico, arginina, serina e treonina.

Le castagne contengono inoltre potassio (antisettico, rinforza muscoli e ghiandole),fosforo (calcificante, collabora alla formazione della cellula nervosa), zolfo (antisettico, disinfettante, contribuisce all’ossificazione), sodio (utile alla digestione e all’assimilazione), magnesio (coadiuva alla formazione dello scheletro e agisce come rigeneratore dei nervi),calcio (ossa, sangue, nervi), cloro (ossa, denti e tendini).

L’ultima curiosità è sull’albero. Il castagno viene definito “l’albero del pane” poiché ha rappresentato un’importante fonte di approvvigionamento alimentare per intere generazioni, particolarmente nei periodi di difficoltà.

Ora ecco la ricetta, semplice da realizzare ma gustosa da mangiare.

Ingredienti:

Per la torta

Farina di castagne 200gr

Cacao 80 gr

Farina 120gr

Uova 400gr (corrispondono a 8 uova medie)

Acqua tiepida 240 gr

Olio 160gr

Lievito per dolci 2 bustine

Pizzico di sale

Scorza di limone bio

Per la ganache

Cioccolato fondente 150 gr

Cioccolato al gianduia 150gr

Sciroppo d’acero 2 cucchiai

Burro 75gr

Per decorare

Marron glacé

Cottura: 40 minuti
Tempo: 30 minuti
Autunno: Castagne
Senza Latticini

Preparazione:

Separate gli albumi dai tuorli.

Setacciate la farina di castagne, il cacao, la farina, il lievito e il sale.

Emulsionate l’olio con l’acqua in una ciotolina, mescolandoli con una forchetta.

Nella ciotola capiente con le farine setacciate,  versate l’olio emulsionato con l’acqua, i tuorli e la scorza di limone, mescolate bene fino a ottenere un composto omogeneo.

Montate gli albumi a neve ferma con qualche goccia di limone.

Incorporate gli albumi montati a neve al resto dell’impasto delicatamente, mescolando dal basso verso l’alto.

Versate in una tortiera da cm 30 o in quella della Chiffon cake da 25cm di diametro.

Cuocete in forno  a 160 gradi per circa 40 minuti (fate sempre la prova stecchino).

Per la ganache, fondete i due cioccolati a bagnomaria, mescolate con un cucchiaino e aggiungete il burro fino quando si sarà sciolto. Fuori dal calore aggiungete lo sciroppo d’acero. La ganache diventerà lucidissima.

Fate raffreddare almeno 10 minuti la ganache con un cucchiaino decorate il top della torta,  completate con dei marron glacé a pezzetti.

Variante: siccome nell’impasto non c’è lo zucchero, c’è un contrasto piacevole tra la ganache più dolce e la torta meno dolce. Se preferite la torta più dolce si può anche tagliare in due la torta e inserire la ganache a metà della torta o in alternativa utilizzare il cacao zuccherato per avere un impasto più dolce.

Il contrasto dolce e amaro è molto buono. Provatela, poi ditemi se preferite l’originale o le varianti.

Il dolce si conserva anche 4-5 giorni sotto una campana di vetro o chiusa in una scatola ermetica.

 

 

 

Posted by:Michela

Tre parole per descrivermi: Passione, Pittura e ovviamente Pasticceria. Voglio condividere con voi il mio mondo fatto di colori, sapori, viaggi e tanta dolcezza!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *