Torta della Nonna rivisitata da Lingicake!

La torta della nonna è un dolce che nel corso degli anni è diventato parte integrante della cucina tipica fiorentina. Di origini aretine, è una torta di pasta frolla ripiena di crema pasticcera e ricoperto di pinoli e zucchero a velo.

Secondo alcuni la reale origine di tale dolce sia da attribuirsi al territorio Aretino, mentre altri optano per un’origine più recente fiorentina.

Alcune fonti dicono che la torta nacque per scommessa da Guido Samorini, cuoco e ristoratore scomparso qualche anno fa

“Alcuni clienti stanchi dei pochi dolci che la cucina tipica offriva gli chiesero una sorpresa per la settimana successiva quando si sarebbero presentati per la novità. Il Samorini gli presentò quel piatto che fece tanto piacere nel gusto e nella novità”

Ma c’è una frase di Pellegrino Artusi che insinua il dubbio per cui la torta della nonna sia una creazione di molti anni prima:

…trovai il dolce ai pinoli e alla crema pasticciera un pasticcio gradevole, una frolla povera…“.

Una delle possibili varianti di questo dolce è la “Torta del nonno”, con l’aggiunta di cacao e dell’utilizzo delle mandorle al posto dei pinoli

Ho rivisitato la torta della nonna mantenendo però le preparazioni: pasta frolla, crema pasticcera e pinoli.

Quindi ho fatto una pasta frolla con farina all’orzo, una crema pasticcera all’arancia e un pralinato (croccante) ai pinoli.

Ecco la ricetta completa, suddivisa per componenti:

Cottura: 1 ora
Tempo: 1 e 15 min e il tempo per stabilizzare la pasta frolla almeno 2-3 ore in frigo
Inverno/Primavera: Arance 

Pasta frolla con farina d’orzo

Ingredienti per una tortiera da 26/27 cm:

Burro 200gr (temperatura ambiente)

Zucchero a velo 180gr

Farina di mandorle 60gr

Farina per frolla 250gr

Farina all’orzo 220gr

Uova medie  2 (circa 100 gr)

Sale qb

Preparazione:

Pesare separatamente tutti gli ingredienti.

In una planetaria munita di foglia ammorbidire il burro, aggiungere lo zucchero a velo e le uova.

Aggiungere la farina di mandorla, legare con il composto e aggiungere la farina d’orzo e poi la farina.

Lavorare poco l’impasto.

Mettere in frigorifero per almeno 3 ore.

Nel frattempo preparate la crema pasticcera, ecco gli ingredienti e il procedimento.

 

Crema pasticcera all’arancia

Ingredienti:

Latte fresco  840ml

Succo d’arancio 160 ml (circa 2 arance)

Scorza di 1 arancia (possibilmente non trattato)

Scorza di ½ limone (possibilmente non trattato)

Tuorli 8

Zucchero 250gr

Farina 80gr

Vaniglia ½ bacca di vaniglia

Preparazione:

In un pentolino mettete il latte, la spremuta di arancio (il totale deve essere 1 litro), aggiungete la scorza di arancio e limone (facendo attenzione a non prelevare anche la parte bianca, amarognola) e aprite la bacca di vaniglia aggiungete i semi e la bacca, fate scaldare a fuoco basso fino quasi a bollire.

In una ciotola rompete i tuorli e versate lo zucchero, quindi miscelate gli ingredienti e quando lo zucchero sarà assorbito aggiungete anche la farina e mescolate.

Intanto togliete la scorza di limone dal latte e il pentolino dal fuoco, stemperate leggermente con poco latte caldo le uova sbattute con zucchero e le polveri.

Mescolate bene, poi rimettete il pentolino del latte sul fuoco e versate all’interno il composto con le uova.

Continuate a cuocere lentamente e mescolate sempre con una frusta la crema,  ci vorrà qualche minuto.

Una volta pronta, trasferitela in una pirofila bassa e ampia coprite con una pellicola trasparente a contatto e se avete l’abbattitore, abbattete la temperatura in positivo, altrimenti cercate di abbassare la temperatura in più fretta possibile.

 

Pralinato (croccante) ai pinoli

Ingredienti per la copertura

Pinoli 80gr

Acqua 40gr

Zucchero 40g

Per preparare il pralinato metter in un pentolino lo zucchero e l’acqua portare a ebollizione fino a 115-116°C mettere 40gr di pinoli e farli caramellare, lasciare sul fuoco fino quando lo zucchero comincia imbrunire.

Togliere dal fuoco e distenderli in modo uniforme su un foglio di carta da forno e lasciare raffreddare.

Una volta raffreddato tritare finemente circa ¾ del croccante (meglio in un cutter) e il rimanente spezzettarlo.

Cottura

Stendete la  frolla, formate un disco dello spessore di 2-3 millimetri  (potete stendere la frolla tra due fogli di carta da forno per stenderla più facilmente).

Imburrate e infarinate uno stampo da crostata del diametro di 26 cm., stendete la frolla nella teglia, fate aderire bene il fondo e i bordi pressando con le dita ed eliminate l’eccesso di pasta che userete per realizzare il guscio di copertura.

Bucherellate il fondo con i rebbi di una forchetta e versate la crema pasticcera che si sarà raffreddata.

Con il resto della pasta frolla, stendetela e formate un disco che utilizzerete per coprire la teglia.

Passando con il mattarello sulla teglia eliminerete i bordi in eccesso, bucherellate la superficie.

Infornate la torta nel forno preriscaldato statico a 160° per 50 -60 minuti  (dipende dal forno).

Una volta pronta fatela raffreddare.

 

Decorazione

Una volta sfornata la torta e raffreddata, spolverizzatela con  il croccante tritato finemente e qualche pezzetto più grande.

E ora  buon assaggio…..

Conservazione

Conservate la torta della nonna in frigo per 2-3  giorni.

Se preferite potete preparare in anticipo la frolla, congelarla e scongelarla al bisogno.

 

Fatemi sapere se vi è piaciuta 😉

Posted by:Michela

Tre parole per descrivermi: Passione, Pittura e ovviamente Pasticceria. Voglio condividere con voi il mio mondo fatto di colori, sapori, viaggi e tanta dolcezza!